A PROPOSITO DI MODA || Le opinioni acide del Gomitolo



Proprio in periodo di Fashion Week io continuo a chiedermi: ma da quando la moda è diventata un'imposizione al punto di far morire di freddo centinaia di persone vestite da primavera a Febbraio?

Sono d'accordo con chi dice che la moda è un modo di esprimersi, una maniera di sentirsi liberi ed affermare la propria personalità e credo fermamente che ogni capo abbia qualcosa da dire, ogni abito qualcosa da raccontare ed ogni scarpa una storia da svelare ma, d'altro canto, ho sempre pensato, e Modemoiselle Coco me ne darà atto, che la moda sia qualcosa sì di assolutamente fantastico ma che non debba essere utilizzata per fare uno sfoggio di capi fine a se stesso.

Esprimere chi siamo è un conto, sfoggiare capi solo perchè sono en vogue tutto un'altro e scegliere capi alla moda adatti alla nostra personalità e fisicità ancora un'altro. Quando seguire ogni tendenza indiscriminatamente ci fa sembrare ridicoli? Quando ci priva della nostra reale personalità?




Non sarebbe forse il caso di guardarsi allo specchio e fare un'obbiettiva analisi di come siamo fatti prima di partire in quarta e calcare il trend di stagione? Conoscere il nostro corpo ed essere obbiettivi con noi stessi non è forse il primo passo per riuscire a mostrare il nostro meglio e, quindi, riuscire a sfruttare la moda? Se qualcosa é di tendenza questo implica che indosso a noi sarà una favola? Non credo proprio.

E quindi perchè forzarci ad indossare capi che non fanno per noi solo perchè li abbiamo visti sulle copertine patinate? Quand'è che la moda ha smesso di essere al nostro servizio e ne siamo diventati schiavi? La moda dovrebbe essere al nostro servizio come quelle amiche dei film che la sapevano lunga e che trasformavano sempre la ragazza con gli occhiali nella reginetta del ballo. Al momento sto osservando troppe reginette del ballo trasformarsi lentamente nella ragazza con gli occhiali e tutto, ovviamente, in nome della moda.

Si inizia così, col primo paio di innocenti Jeffrey Campbell innocentemente indossate per una passeggiata al mare e si finisce per essere guardati con occhi increduli al nostro passaggio. La moda passa, lo stile resta... e le gaffe di moda? Anche quelle restano, così come le foto di cui tra dieci anni potremmo vergognarci. E così eccoli lì, i miei amati integralisti del fashion, passeggiare (spesso) vestiti come dei pazzi furiosi e scoprire tutto quello che sarebbe meglio rimanesse coperto in nome di sua santità Madame Mode.

"Se una donna è malvestita si nota l'abito. Se è ben vestita si nota la donna." Gabrielle Chanel


Acidamente vostra