GIORNATA UFFICIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE


Io non vi dirò di mettervi delle scarpe rosse (alte o basse che siano) e nemmeno che "solo un piccolo uomo picchia una donna". 

Non mi riempirò la bocca con parole dolci e comprensive.

Non vi dirò di andare ad un flash mob, di incrociare le braccia o di mettere una foto profilo a tema su facebook. 

Non vi dirò di spammare su ogni social conosciuto i nomi delle vittime che hanno perso la vita a causa delle violenze domestiche. 

Vi dirò di non perdere tempo con queste inutili manifestazioni una volta l'anno e di ricordare costantemente che le cose brutte succedono e succedono tutti i giorni. 

Vi dirò di imparare a riconoscere uno stronzo e di lasciarlo, subito: senza ma e senza se. 

Vi dirò di ricordarvi che uno stronzo può essere chiunque: un marito, un amico, un fidanzato, un padre. 

Vi dirò di avere sempre un occhio di riguardo per le vostre amiche e conoscenti. 

Vi dirò che gli stronzi devono pagare e che il mondo vi sarà sempre grato per averne denunciato uno.

Vi dirò di avere la forza di reagire perché per ogni cosa brutta ne verranno mille belle, sempre. 

Vi dirò di farvi furbe e che la protesta di un giorno non serve a niente. 

Vi dirò di parlare tutti i giorni, di urlare a gran voce.

Vi dirò di lottare con le unghie e con i denti per le persone che amate e che stanno soffrendo. 

Ma soprattutto vi dirò che la vita è una sola e che per renderla memorabile bisogna fare le scelte giuste, non importa quanto difficili siano.